Seleziona una pagina Menu

Pensa a quanto sarebbe bello trovare tutto ciò che ti serve per l’organizzazione del bucato  in un unico ambiente o spazio! Questo, senz’altro, rappresenta un grande vantaggio in termini di tempo e fatica. La zona lavanderia è un ambiente plus che spesso ci viene richiesto durante le nostre progettazioni. Un locale lavanderia è utilissimo per organizzare le attività domestiche e può nel contempo:

  • mantenere tutto in ordine e nascondere eventuale disordine
  • renderla più accettabile
  • gestire con facilità la pulizia dell’ambiente stesso
  • utilizzarla durante la giornata senza interferire con le attività nelle altre camere
  • mantenere umidità e vapori  all’interno di un unico ambiente
  • conservare detersivi e prodotti in sicurezza.

Oltre alla funzionalità, anche il lato estetico ha la sua importanza! 

Numerose aziende sono specializzate nella produzione di arredi e complementi che offrono ottime soluzioni per la lavanderia, conferendo a questo ambiente un aspetto gradevole e non una zona costituita solo da un semplice e triste mobile con lavello.

Con i giusti accorgimenti, qualche consiglio e un buon utilizzo degli spazi, ci accorgiamo che anche all’interno delle nostre case è possibile ricavare uno spazio lavanderia su misura delle nostre esigenze. 

Vediamo insieme cosa devi tenere in considerazione per poter progettare a casa tua una stanza lavanderia bella, comoda e funzionale.  

Quali sono gli elementi che ogni lavanderia in casa dovrebbe avere?

In linea di massima anche lo spazio lavanderia più ristretto deve ospitare i seguenti elementi:

  • un lavatoio (o mobile)
  • la lavatrice

Uno degli elementi più importanti di questa zona, è sicuramente il lavatoio.

Anche se al giorno d’oggi può sembrare inutile in quanto tutti possiedono una lavatrice, è utilissimo per i lavaggi di indumenti a mano, ma anche per il lavaggio di complementi o pentolame ingombrante che non ci sta nei comuni lavandini. Possono essere realizzati in diversi materiali come: ceramica, resina e acrilico.
Sono in linea di massima comprensivi di asse in pino, per il lavaggio più specifico di indumenti.

Questo è il minimo. Possedere un locale dedicato rappresenta sicuramente il top e, nel caso appunto lo si disponga, oltre agli elementi citati prima, dovrebbe includere:

  • asciugatrice
  • stendibiancheria
  • asse da stiro
  • ceste o contenitori portabiancheria.

All’interno di questo ambiente è possibile prevedere alcuni armadi, che possono avere la profondità di 60 o 45 cm, per contenere ad esempio uno stendibiancheria e l’asse da stiro, talvolta estraibile direttamente dal mobile stesso. Per evitare elettrodomestici a vista, sono in commercio dei contenitori che hanno la funzione di inglobare, sia con sviluppo orizzontale che a colonna, per una gestione ancora più ottimale degli spazi. 

Anche i complementi hanno la loro importanza per agevolare al massimo il lavoro in questa zona. È possibile inserire delle mensole con dispenser per il detersivo, ceste per i panni sporchi estraibili su ruote e dei supporti con stendino che consentono di arredare ma nel contempo di stendere gli indumenti.

Facciamo un po’ di ordine e andiamo a considerare prima di tutto quanto spazio hai bisogno e successivamente fornirti alcuni esempi di come e dove allestire la tua stanza lavanderia.

Quanto spazio serve per creare la zona lavanderia?

Dipende sempre dal numero degli elementi che vuoi inserire al suo interno. Se hai a disposizione un piccolo spazio come ad esempio una nicchia,  bastano pochi metri quadrati considerando che in media una lavatrice misura 60 x 60 e un lavatoio 50 cm, quindi disporre di uno spazio di 1,10 x 1,20 m sarebbe già sufficiente.

Se invece vuoi realizzare una vera e propria stanza destinata ad alloggiare elettrodomestici e svolgere attività domestiche, come ad esempio quella di stirare, sarà necessario avere un ambiente di almeno 5 mq con una finestra per l’ingresso della luce e dell’aria.

Il nostro consiglio è quello di considerare in fase di progettazione e, se possibile anche in fase di restyling della casa, di individuare un piccolo angolo o uno spazio nel quale ricavarlo. Considerare di destinare qualche metro quadro alla realizzazione di una zona lavanderia, potrà rubare spazio agli ambienti principali della casa, ma essi risulteranno più ordinati e funzionali. 

Facciamo l’esempio di un appartamento nel quale è presente un unico bagno: grazie alla presenza di un locale di servizio non sarà più necessario posizionare lavatrici o armadietti, recuperando spazio e mantenendo un aspetto del bagno elegante. 

 

Dove ricavare la zona lavanderia

Incominciamo la nostra rassegna dei luoghi migliori della casa dove puoi realizzare una zona o un angolo lavanderia con le soluzioni più adatte ad ogni ambiente.

In bagno

Nei bagni di piccole dimensioni è possibile sfruttare lo spazio in altezza in cui far stare la lavatrice, pratici scaffali per riporre i detersivi e un piano d’appoggio. Se lo spazio in bagno è molto ridotto, in questo caso si può collocare la lavatrice a fianco del wc, sfruttando l’altezza su quest’ultimo con delle mensole dove riporre tutto quello che serve per il bucato.

Sempre sfruttando l’altezza si può realizzare una colonna lavanderia, posizionando magari lavatrice e asciugatrice una sull’altra e utilizzare l’anta di chiusura con una comoda scaffalatura per i detersivi.

Per conferire più respiro alla stanza si possono applicare degli specchi nella parte esterna delle ante e dei mobiletti o pensili, diventando anche un elemento di arredo.

Nel ripostiglio

Il ripostiglio può diventare un comodo spazio lavanderia attrezzando la parete con una struttura in legno, in cui trova collocazione anche la lavatrice. Gli scaffali potranno essere utilizzati per riporre comodamente i detersivi e la biancheria. 

Lo stesso ripostiglio può diventare anche un pratico angolo stireria optando per un asse a ribalta assieme a una struttura metallica modulare dotata di stendipanni, per ricavare così in un piccolo spazio una zona lavanderia davvero completa.

Un’altra soluzione per ricavare spazio è quella di inserire un piccolo lavatoio, puntando su un modello con lavatrice integrata.

Nel disimpegno

Il disimpegno può trasformarsi in una vera zona lavanderia funzionale. Anche in questo caso esistono ottime soluzioni di armadi pensati apposta per contenere lavatrice e asciugatrice, magari sfruttando sempre l’altezza. 

Allo stesso modo anche un corridoio lungo e stretto può essere attrezzato con un armadio a muro nel quale inserire gli elettrodomestici per lavare il guardaroba, assieme a mensole, ripiani e cassetti per avere sempre tutto in ordine. 

In cucina

Sai che la cucina potrebbe trasformarsi in un perfetto angolo lavanderia? Ebbene sì, la cucina potrebbe diventare un ambiente multifunzionale semplicemente inserendo una parete in cartongesso. Per completarla puoi mettere una tenda, una porta a scomparsa o a soffietto.

 

Lavanderia mobile

Per chi invece preferisce una soluzione più flessibile, esiste la possibilità di avere in ogni stanza della casa una piccola lavanderia scegliendo la lavanderia mobile. Si tratta di un carrello con rotelle dotato di scomparti, ceste, asse da stiro e contenitori per i detersivi, da spostare nelle diverse stanze della casa a seconda delle esigenze del momento. 
Una soluzione sicuramente più economica e veloce ma allo stesso tempo utile e funzionale per mantenere tutto in ordine.

 

Se pensi che una stanza adibita a lavanderia può fornirti notevoli vantaggi o semplicemente hai ancora qualche dubbio, contattaci, cercheremo di rispondere a tutte le tue domande  valutando con te la scelta migliore.