Seleziona una pagina Menu

 

In una casa sappiamo benissimo che gli armadi non bastano mai. A questo proposito è bene considerare lo spazio dell’ambiente con qualcosa che sia funzionale, ben utilizzato, che renda la stanza vivibile e che addirittura sembri più grande. 

Per questo motivo un armadio a muro può costituire una fantastica idea per sfruttare al meglio ogni centimetro di superficie.

Anche lo spazio che si trova sotto le scale può essere sfruttato per rendere l’ambiente funzionale.

Se in casa hai delle nicchie o uno spazio che resta inutilizzato, puoi ottenere delle soluzioni molto pratiche e funzionali ricavando armadi o dispense.

Scopri leggendo il nostro articolo come trasformarle in uno spazio contenitivo.

 

L’armadio in nicchia

È sicuramente la soluzione di armadio a muro più diffusa e, a seconda delle dimensioni, può essere sfruttato come piccola scaffalatura o come vera e propria cabina armadio. Se ti interessa approfondire la cabina armadio, puoi apprendere alcuni utili consigli su questa tipologia leggendo il nostro articolo.

L’armadio in nicchia: due varianti

Possiamo suddividere l’armadio in nicchia in due varianti.

1) Armadio in nicchia di grandi dimensioni: con fine puramente estetico. Questo contenitore, inserito in una rientranza dell’ambiente, risulta incassato nel muro con delle ante a filo, ovvero in linea alla parete. Infatti, la struttura che si vede di un armadio a muro, è rappresentata dalle sole ante. 

Possono essere colorate dello stesso colore del muro, proprio per evidenziare il fatto che sono tutt’uno con la parete, oppure con tonalità in contrasto o decorate, per un effetto più strong. Per un effetto vintage invece, è possibile applicare la carta da parati sull’anta, ottenendo così un’ impronta estetica molto decorativa.

 

2) Armadio in nicchia di piccole dimensioni: di norma a uso ripostiglio con fine puramente pratico. Per via delle misure ridotte, non può essere accorpato ad altri ambienti. Spesso, questa nicchia è studiata e posizionata ex novo durante la progettazione d’interni, proprio perché il suo uso è più funzionale. 

Rappresenta infatti un’ottima soluzione che consente di sfruttare al meglio tutto lo spazio disponibile. Questa tipologia si rivela molto utile per esempio prima di entrare in bagno, dove poter riporre asciugamani, detersivi e tutto quello che è comodo all’ambiente stesso.

 

Come è fatto l’armadio in nicchia

L’armadio in nicchia può essere fatto in due modi.

1) Armadio con elementi contenitore di serie, che non necessitano di lavorazioni extra. Questa possibilità è certamente la meno costosa e più veloce nella realizzazione.

2) Armadio su misura, con elementi che verranno adattati alle dimensioni della nicchia o fatti manualmente da un falegname. Questa possibilità ha un costo superiore proprio per via delle lavorazioni extra o artigianali, oltre a tempi più lunghi di realizzazione.

L’attrezzatura interna è la stessa che viene proposta per gli armadi matrimoniali, con la differenza che verrà posizionata e contestualizzata all’utilizzo dello stesso contenitore. Per esempio, in n un armadio in nicchia vicino alla zona giorno, i ripiani verranno predisposti a un’altezza tale da poter contenere un aspirapolvere, una scopa, oppure semplicemente per creare una dispensa aggiuntiva alla cucina.

L’armadio nel sottoscala

Per quanto riguarda l’armadio sottoscala, il concetto non cambia. Il sottoscala normalmente è uno spazio che rimane vuoto, ma se viene arredato in modo giusto, può diventare un ottimo contenitore. Le ante andranno sagomate in base all’inclinazione stessa della scala e i ripiani interni posizionati ad hoc.

In questo modo è possibile sfruttare ogni centimetro come si desidera. Esistono tante soluzioni, può essere fatto in legno, in laminato o in cartongesso, a seconda del budget. Ma quando si parla di una scala, specie se in muratura, la soluzione resta sempre il su misura, che sia in legno o in cartongesso.

L’armadio sottoscala in cartongesso è pensato per sfruttare tutto lo spazio possibile, strutturandolo all’interno, nella maniera in cui ci possa servire di più. Pensiamo per esempio a un armadio sottoscala in prossimità dell’ingresso, potrebbe diventare un guardaroba per giacche e cappotti di chi arriva, in modo da non averli in giro per la casa e dare un senso di disordine.

La scelta del legno permette un’ampia possibilità di stili, optando per esempio per un legno laccato e inserendo dei particolari in metallo, si ottiene un aspetto un po’ industrial chic. Insomma le possibilità riguardo all’estetica sono davvero vastissime, l’importante è optare per strutture di alta qualità e resistenti, in quanto devono incastrarsi alla perfezione nel sottoscala e reggere di conseguenza il peso di ciò che si inserisce al suo interno.

Abbiamo visto che, con alcune soluzioni, si può ottimizzare lo spazio che si ha a disposizione anche nei luoghi meno impensabili della casa. Dopotutto, quando si è costretti a vivere in spazi ridotti è bene sfruttarli il più possibile per donare a essa un aspetto ordinato, mantenendo allo stesso tempo un buon impatto estetico.

Se, dopo aver letto il nostro articolo, pensi che le due tipologie di armadi di cui abbiamo parlato possano fare al caso tuo, non esitare a contattarci, valuteremo insieme a te la soluzione migliore per le tue esigenze.