Seleziona una pagina Menu

La cabina armadio è il sogno di molti, magari una di quelle molto grandi con luci interne e che occupa un’intera stanza! Forse in casa tua non hai uno spazio immenso a disposizione, ma ti piacerebbe lo stesso un angolo solo per te? Nessun problema, anche se non disponi di un grosso budget, puoi scegliere tra tante tipologie in base alle tue esigenze. 

Se sei incerto sulla strada da percorrere per arrivare alla cabina armadio perfetta, segui la lettura della nostra guida dove ti forniamo utili consigli su come progettarla al meglio.

 

Cos’è la cabina armadio

La cabina armadio è uno spazio, in certi casi una stanza, adibito al guardaroba di una persona. È una di quelle soluzioni che non possono mancare in una casa, ma non è sempre fattibile relativamente agli spazi che occorrono.

Decenni fa, possederne una era un vero e proprio lusso, oggi è un vero e proprio must, uno di quegli elementi essenziali, di cui non si può fare a meno, soprattutto per le donne.
Anche perché garantisce più ordine, comodità e maggior visibilità di capi e accessori. 

Può essere ricavata creando un vano nella camera matrimoniale stessa, innalzando un muro in cartongesso o inserendo ante scorrevoli, oppure in una stanza a parte, attigua alla stessa.

Nelle soluzioni più belle, all’interno della cabina troviamo anche un pouf, una panca o una seduta, qualora sia concepita come spogliatoio. Può essere a vista o chiusa da ante battenti o scorrevoli.

 

Tipologie e materiali 

Indipendentemente dai materiali con cui viene prodotta, la cabina armadio si può suddividere in:

  • cabina con pannelli a muro (maggiore copertura e pulizia della parete). In questa soluzione i ripiani vanno agganciati sul pannello e nella maggior parte dei casi restano fissi.
  • Cabina con cremagliere a muro, soluzione molto tecnica e d’impatto, minor costo, ripiani che si agganciano alle cremagliere e che si possono successivamente riposizionare.
  • Cabine con montanti terra soffitto, di norma in metallo e ripiani in aggancio riposizionabili.

 

La tipologia di cabina determina il prezzo, e allo stesso modo anche il materiale con cui viene prodotta.

I principali materiali sono:

  • laminato
  • laccato
  • legno
  • ripiani in vetro.

Ogni cabina è componibile e personalizzabile a seconda delle misure e delle richieste del cliente. Esistono davvero tante tipologie di cabine armadio, diverse le une dalle altre, per colori e dimensioni, materiale utilizzato, sistemazione all’interno di una casa, e anche per il prezzo, insomma, c’è l’imbarazzo della scelta. Infatti, scegliere il modello perfetto non è sempre così facile!
Bisogna considerare molti aspetti, tra cui quanto si è disposti a spendere e lo spazio a disposizione all’interno della propria casa, ma anche capire qual è la linea e lo stile che meglio si abbinano al proprio arredamento. 

In certi casi, però, magari per mancanza di soldi o di spazio, si finisce per scendere a compromessi e il risultato finale non è come quello sperato. Per questo motivo, bisogna ponderare bene ogni scelta e ogni misura, in modo da non rimanere delusi alla fine. Prima però di progettare una qualsiasi cabina armadio, se sei incerto sulla strada da percorrere, vogliamo affiancarti in questo processo con 5 consigli.

5 consigli utili per la cabina armadio perfetta

Progetto su misura

Ogni progettazione deve tenere in considerazione la scelta di sostegni, barre, finiture e accessori, sia nelle cabine armadio con affaccio diretto sulla zona notte, sia in quelle da essa separate attraverso una parete. Quando lo spazio risulta ridotto, alle ante a battente si possono preferire quelle scorrevoli, opache o in vetro; altrimenti si può optare per la soluzione open, in larga parte priva di partizioni di chiusura. 

L’importanza dell’illuminazione

Destinare tempo e cura alla composizione degli elementi verticali e orizzontali, volti a raccogliere abiti e accessori è importante, ma bisogna considerare attentamente anche la scelta di un sistema d’illuminazione integrato. La sola luce ambientale centrale non è in grado di assicurare una visibilità ottimale, soprattutto all’interno di cassetti e ripiani, dunque è necessario agire anche su questo fronte. 

Identificare le proprie esigenze

Individuata la cabina armadio in linea con lo spazio a disposizione e il budget, la regola da seguire è identificare le esigenze reali. Una composizione della cabina armadio davvero valida rispecchia le peculiarità del proprio guardaroba e prevede un margine di adattamento al mutare dei bisogni nel tempo.

La cabina come spogliatoio

Nelle fasi di progettazione della cabina armadio, vala la pena riflettere sui vantaggi ottenibili estendendola dal punto di vista dimensionale come uno spazio che oltre a contenere abiti, scarpe e accessori, è impiegabile anche come spogliatoio.

I giusti complementi

Al pari dell’impianto d’illuminazione interno, anche la presenza di accessori e complementi contribuisce a rendere la cabina armadio davvero perfetta. Anche la selezione delle dotazioni aggiuntive, ovvero soluzioni capaci di enfatizzare la funzionalità come tappeti, specchi, contenitori, profumi per la casa etc, potenziano la gradevolezza del vano, rendendo più piacevole il tempo trascorso al suo interno.

 

Cabina armadio vs armadio tradizionale

Quando si progetta una cabina armadio bisogna considerare che tutto è costantemente esposto, anche quando non lo si utilizza, mentre nel guardaroba classico è sufficiente aprire una sola anta per trovare quello che si cerca lasciando i vestiti coperti e al riparo.
Per quanto riguarda il costo, ormai c’è da dire che in commercio esistono modelli di armadi quattro stagioni per tutte le tasche, molti dei quali realizzati su misura, dunque adattabili a qualsiasi spazio, dal più grande al più ristretto.
Tuttavia però questo tipo di soluzione ha anche dei contro. 

Per esempio bisogna considerare attentamente il fatto che nell’armadio tradizionale rispetto alla cabina, una volta riempito, il rischio è quello di stipare le cose sul fondo, così facendo i capi non sono più visibiligestibili. In questi casi bisogna cercare a lungo prima di trovare quello che si cerca, altrimenti ci si dimentica completamente di avere alcuni indumenti e accessori.

Ovviamente nella cabina armadio è molto più facile cercare qualcosa e trovarla in un batter d’occhio, infatti è possibile riporre le cose a vista e lasciarle bene in ordine. Grazie ai supporti e agli elementi interni acquistabili e combinabili, è possibile impilare accessori e vestiti fino al soffitto, pertanto lo spazio della cabina è tutto sfruttabile.
Non sussistono problemi di dimensioni: nelle cabine ci sta davvero tutto, anche gli stivali, i cappelli e i cappotti.

Tuttavia l’ampiezza degli spazi costituisce anche un rischio, infatti si è tentati di non buttare via nulla e di non fare mai alcun cambio di stagione. Tale situazione può portare nell’arco di un paio d’anni a ritrovarsi con la cabina trasformata in un vero e proprio sgabuzzino dove, contrariamente all’inizio, non si riesce a trovare nulla.

Vuoi qualche consiglio in più? Richiedi la nostra consulenza, saremo certi di guidarti nella scelta migliore per le tue esigenze.