Seleziona una pagina Menu

Le origini del cartongesso sono molto antiche, vengono attribuite ai Babilonesi e agli Egizi; ma la vera prima lastra in cartongesso viene prodotta e commercializzata negli Stati Uniti nel 1916.

Il cartongesso: che cos’è e principali caratteristiche

Il cartongesso è un materiale da costruzione utilizzato nell’edilizia moderna, apprezzato per le sue caratteristiche tecniche come la velocità di applicazione, il costo e la possibilità di essere modellato con molta facilità. Le forme commercializzate in Italia sono delle lastre che si presentano con due principali misure di altezza nella fattispecie 2 e 3 metri.

In base al suo utilizzo il cartongesso viene prodotto con caratteristiche diverse. Per le pareti e gli abbassamenti viene prodotto in lastre standard ovvero lastre in gesso rivestite da cartone. Nel caso di utilizzo in esterno o in ambienti con un’alta concentrazione di umidità, viene prodotto con lastre di gesso rivestite da un particolare cartone idrorepellente.

Nel caso di costruzioni termoacustiche le lastre vengono rivestite in un lato da un pannello in polistirolo o polistirene di vario spessore; mentre in caso di costruzioni con funzioni di isolamento acustico viene prodotto con una lastra accoppiata con all’interno una colla che funge da isolamento. In caso di costruzioni ignifughe viene prodotta una speciale lastra visivamente simile alla standard ma con la specifica funzione di resistere al fuoco.

La fabbricazione del cartongesso avviene assemblando due lastre di cartone con all’interno gesso di scarto proveniente da cave e impastato con speciali additivi che conferiscono rigidità alla lastra. 

Cartongesso: principali usi

Abbiamo visto quanto il cartongesso sia un materiale tra i più utilizzati nell’edilizia leggera da interno. Inoltre alcune caratteristiche di questo materiale hanno favorito la sua diffusione come ad esempio il costo ridotto e la sua rapidità di posa rispetto la muratura.

Riassumiamo i suoi principali usi:

  • migliora l’aspetto della casa
  • permette soluzioni innovative e creative dal punto di vista estetico
  • può essere fatto per mettere in risalto i mobili
  • nasconde i corpi illuminanti come i termoconvettori o altri impianti
  • riduce l’altezza e separa diverse zone nello stesso ambiente
  • può essere utilizzato in maniera decorativa
  • crea e produce un’illuminazione scenica e di grande impatto visivo.

Tipologie di cartongesso

Dopo esserci soffermati sul che cos’è il cartongesso e i suoi principali usi, di seguito ti vogliamo dare alcune informazioni riguardo alla tipologia di cartongesso che puoi trovare in produzione.

Classico
La più conosciuta ed usata è la lastra standard, altro non è che classico cartongesso per uso comune in vari formati. Una semplice lastra di colore bianco tendente al grigio che serve per realizzare strutture che non richiedono specifiche funzioni.

Ignifugo
Sono strutture resistenti al fuoco, commercializzate in diverse misure e spesso di colore rosso chiaro. Vengono utilizzate negli edifici dove è richiesto un comportamento al fuoco superiore.

Termoacustico
Uguale come la versione standard dove però in un lato viene applicato un foglio di polistirolo o polistirene in diversi spessori.

Idrorepellente
Si tratta di lastre in cartongesso a bassissimo assorbimento di acqua; vengono utilizzati negli ambienti dove c’è un’alta concentrazione di umidità come le cucine, lavanderie e bagni.

Per isolamento acustico
Sono normali lastre con all’interno delle speciali colle antiacustiche. Ideali in quegli ambienti dove è necessario mantenere la privacy come camere d’albergo, ospedali, uffici o scuole.

Cartongesso resistente ai carichi
Sono lastre speciali fatte apposta per essere resistenti ai carichi e composte da lastre additive di vetro e legno. Generalmente vengono utilizzate per realizzare controsoffitti portanti, piani di lavoro o tramezzi.

Anti radiazioni x
Altro non è che una lastra di cartongesso accoppiata sulla fascia posteriore da una lamina di piombo, il suo utilizzo è indicato in sale di radiologia.

Rei classe A1
Sono lastre rivestite su ambo i lati da una carta a bassissimo potere calorico superiore, caratteristica che le conferisce un comportamento di reazione al fuoco in euroclasse 1.

Flessibile
Si tratta di lastre con spessore ridotto appositamente studiate per realizzare strutture dove sono previste delle curve.

Per esterno
Lastre costruite con cemento alleggerito e servono per costruzioni esposte in esterno.

Vantaggi del cartongesso

Il materiale con cui è realizzato il cartongesso è ampiamente utilizzato in ristrutturazioni e nuove costruzioni nel residenziale sia anche in edifici pubblici. I suoi vantaggi sono davvero innumerevoli, ecco quelli che sono i suoi principali. 

  • DECORAZIONI: crea diversi livelli sul soffitto, separa gli ambienti, gioca con figure geometriche e da un tocco moderno alla cassa.
  • ILLUMINAZIONE: rinnova e rende più funzionale l’illuminazione degli ambienti. Si possono posizionare le luci ovunque senza rompere dei muri e si possono fare soluzioni innovative. 
  • NASCONDE IMPERFEZIONI.
  • NASCONDE I VARI IMPIANTI: nasconde i vari cavi e tubazioni dopo aver rinnovato l’impianto elettrico o idraulico.
  • ISOLAMENTO: l’utilizzo dei controsoffitti in cartongesso permette di creare lo spazio necessario al fine dell’inserimento del materiale isolante che si occuperà di ridurre i rumori e la dispersione di calore tra un piano e l’altro, preservando sia il silenzio che il calore dell’ambiente.